Torna  dicembre, torna Natale e, per noi siciliani,torna S.Lucia con le tradizioni ad essa legate. Il piatto gastronomico legato tradizionalmente alla Santa è la “cuccia”.

Locandina copia

Si tratta di cucina poverissima, visto che gli unici ingredienti sono il frumento e i ceci.

Una tradizione antica quella della cuccia che, però, negli ultimi decenni è andata sempre più in disuso al punto di essere pressocchè sconosciuta alle nuovissime generazioni.

Per salvaguardare questa tradizione l’anno scorso abbiamo realizzato la prima Sagra della Cuccia e, contestualmente, un mercatino di Natale per rendere ancora più interessante l’evento.

Il successo della prima edizione ci ha indotti a riproporla con un programma ancora più ricco, contenuto nella locandina che promuove l’evento.

Importante accordo UNPLI – PLANET MULTIMEDIA

L’UNPLI ha sottoscritto un accordo con la Planet Multimedia per creare il primo concorso nazionale a quiz riservato alle Pro Loco italiane. Il concorso si chiamerà “Meraviglie d’Italia”
e sarà incentrato sulla promozione del territorio e delle sue eccellenze.

E’ un Format ideato ed organizzato da Planet Multimedia in esclusiva nazionale per UNPLI e per i partner associati.
L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle varie manifestazioni locali come feste patronali e sagre, con l’obiettivo di promuoverle, supportarle e innovarle.
In ogni comune si realizza una sfida culturale multimediale, grande spettacolo interattivo con quiz su temi importanti del patrimonio artistico e beni culturali materiali ed immateriali, personalizzabili di volta in volta secondo specifiche esigenze.
In ogni evento vengono promossi anche gli altri comuni aderenti al progetto e i partner dell’iniziativa.
Gli spettacoli sono molto coinvolgenti e adatti a bambini, giovani e adulti di ogni età e target. Il pubblico diventa il protagonista dell’evento interagendo con l’animatore attraverso speciali pulsantiere wireless.
Sono inviatati a partecipare tutti i soci, per favorire il tesseramento all’associazione. Si può prevedere anche di richiedere un contributo extra, per l’iscrizione individuale o a squadre.
Le squadre saranno formate da 5 persone; ogni squadra sarà dotata di una pulsantiera wireless per rispondere ai quiz.
Il quiz avrà 30 domande di cui: 10 a cura della Pro Loco o del Comitato Regionale UNPLI, 10 a cura dell’ Unpli Nazionale, 10 a cura dell’organizzatore Planet Multimedia e di partner nazionali.
L’adesione ha un tempo limitato affrettatevi ad aderire!
Maggiori dettagli li potrete trovare sul sito istituzionale a questo link.


U.N.P.L.I. (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia)
Via Ancona, 40 – 00055 Ladispoli (RM)
Tel 06 99 49 615
E-mail: unpli.nazionale@tiscali.it
www.unioneproloco.it
VISITA IL NOSTRO ARCHIVIO ON LINE:
www.youtube.com/user/ProgettiUNPLI

CASTELTERMINI VINCE ANCORA!
Il Corteo Storico “Principi Termini e Ferreri” si aggiudica 1° posto al 5° Concorso Regionale di Gruppi Storici, intitolato “I Nobili Casati del Regno di Sicilia”, che si è svolto oggi pomeriggio a Roccapalumba (PA) e che ha visto la partecipazione di una ventina di gruppi provenienti da varie parti dell’Isola. Dopo il successo ottenuto nel 2013, il nostro Corteo riporta a Casteltermini il titolo di miglior Gruppo Storico della Sicilia; la Giuria di esperti ha premiato l’accuratezza dei dettagli, il portamento dei figuranti e l’attinenza storica dei costumi indossati.

foto di Pro Loco Chiuddia Casteltermini.

Casteltermini: “Una notte a teatro”… anche quattro!

MICHELE RONDELLI 17 OTTOBRE 2015 0

Casteltermini: “Una notte a teatro”… anche quattro!

 

Casteltermini, 17 10 2015 (SikeliaNews) Il teatro, più di qualsiasi altra forma d’arte, è in grado di aiutare a comprendere meglio il presente, per poterlo governare e giudicare criticamente. Chi sale su un palcoscenico non ci propone una semplice esibizione ma, piuttosto, un processo espressivo che cerca di dare senso al mondo, con un registro che può andare dal tragico al comico, dall’amenità alla riflessione, alla riflessione amena!

Il teatro è indispensabile in una società per la sua grande utilità formativa, perché è un linguaggio interdisciplinare in grado di contenere dentro di sé la scrittura, il gesto, il movimento, il suono, l’immagine il segno e il mito, elementi che concorrono a dare un senso e un significato alla vita di un individuo e di una comunità.

Nella nostra comunità il teatro manca da anni, dopo la lunga e fulgida attività de “La Piccola Ribalta”, solo l’opera meritoria di una umanità volenterosa, nella quale vanno annoverati Emmanuele D’Urso, Luisanna Licata e pochi altri, ha permesso di togliere ogni tanto un po’ di polvere dal  palcoscenico del Cineteatro “Enzo Di Pisa”.

In tutto questo tempo non hanno fatto difetto le immancabili geremiadi su “Casteltermini paese nel quale non si fa niente”, dove non c’è attività culturale e altre simpatiche facezie di questo tipo.

 

Stavolta c’è l’Associazione Island (Carmelo Insalaco, Carmelo Panepinto e Gaetano Schillaci) che, col patrocinio del Comune e con il preziosissimo supporto logistico della Pro Loco, organizza una rassegna teatrale dall’evocativo titolo: “Una notte a teatro”, che sembra fatta ad hoc per riprendere il filo, o meglio il feeling, interrotto da molti anni tra Casteltermini e il teatro.

Quattro date, quattro sabati per ritornare ad essere quello che siamo stati e che sempre rimpiangiamo, per darci una mossa, una prima mossa per fare i fichi con colleghi e amici dei paesi vicini:

che hai fatto sabato?

Sono andato a teatro…

dove?

In paese…

Apperò, avete il teatro…